Dove Vederci

CANALE 9 DIGITALE TERRESTRE

CANALE 149 SKY

CANALE 9 TIVÙ SAT

 

Emanuela Orlandi: il caso è aperto

Roma, 22 giugno 1983: Emanuela Orlandi, una ragazza di quindici anni figlia di un commesso della Prefettura della casa pontificia, scompare senza lasciare traccia. A distanza di 36 anni il “caso Orlandi” non ha ancora trovato una risposta.

Sono tante le ipotesi che aleggiano intorno alla storia di Emanuela Orlandi. Dall’allontanamento volontario al rapimento, fino al coinvolgimento dello Stato Vaticano, dello Stato Italiano, della Banda della Magliana e dei servizi segreti. La vicenda Orlandi resta uno dei più profondi misteri d’Italia, rimasto vivo nella coscienza collettiva del paese nonostante gli anni.

Per ricostruire questa intricata vicenda, che è quella di un puzzle in cui il tassello mancante è proprio Emanuela, ci si affida ai testimoni della vicenda, ai documenti d'indagine, alle intercettazioni originali del caso e alle tante immagini concesse dalla famiglia Orlandi. 
Grazie al contributo di giornalisti ed esperti e, soprattutto, del fratello di Emanuela, Pietro Orlandi, il nastro del tempo viene riavvolto per narrare la storia di un'assenza che perdura da oltre 30 anni, compiendo un viaggio tra ipotesi di verità illusorie e colpi di scena sconcertanti. Tra gli ultimi: il ritrovamento di ossa umane nel corso dei lavori di ristrutturazione della Nunziatura Apostolica Vaticana nel 2018 e l’apertura, a luglio di quest’anno, di due sepolture site all’interno del Cimitero Teutonico a Roma, in seguito alla segnalazione ricevuta dall’avvocato della famiglia Orlandi in cui si esortava a cercare “dove guarda l’Angelo, per sapere dove sta Emanuela”.